Chiara, il farmaco sara’ in Italia Un’altra vittoria della Pediatria Il ministero acquista il brevetto

 In Rassegna Stampa

SAVONA 16-06-2001, STAMPA, SAVONA, pag.35

 Una vittoria su tutti i fronti. Per Chiara, la bimba di Caltanissetta affetta da una malattia rarissima che ne blocca la crescita, ci saranno farmaci fino alla fine della cura. Non solo per un anno, ma per tutti e quattro quelli necessari a farla diventare una bambina come tutte le altre. E gran merito di questo risultato lo si deve alla mobilitazione che ha avuto Savona, e il reparto di PEDIATRIA del San Paolo in particolare, il suo fulcro. La bimba, come noto, e’ in cura da molti anni presso il reparto guidato da Amnon COHEN. La novita’ arriva da Roma. Il ministero della Sanita’ ha annunciato che il farmaco che contiene la somatomedina c, l’ormone della crescita necessario a Chiara, sara’ prodotto in Italia. Il ministero infatti firmera’ un protocollo di intesa con l’azienda americana Chiron Corporation per acquisire il brevetto del farmaco e poterlo produrre sul territorio nazionale. L’accordo verra’ sottoscritto oltre che con l’azienda americana anche con «Pharmacia» che negli ultimi anni ha distribuito gratuitamente il farmaco a quanti ne avevano bisogno in tutto il mondo. Spiega il primario di PEDIATRIA, Amnon COHEN: «E’ una notizia straordinaria. L’intervento del ministero per l’acquisizione del brevetto ci fa stare tranquilli perche’ non solo Chiara potra’ avere la sua cura ma perche’ e’ giusto che quando la tecnologia consente di mettere a punto un rimedio a una malattia questa va sfruttata fino in fondo». Un grande risultato per il quale gran parte del merito va al medico israeliano che a Savona sta realizzando uno dei centri piu’ funzionali e moderni per la PEDIATRIA con decine di iniziative. COHENsi e’ schierato in prima linea per aiutare la sua giovane paziente, contattando i fornitori americani per sbloccare la situazione che sembrava senza spiragli.

Post recenti