PEDIATRIA NON HA LA RIANIMAZIONE: TRASFERITA Bimba di 22 mesi salvata in extremis

 In Rassegna Stampa
SAVONA 16-10-2002, STAMPA, SAVONA, pag.37
Momenti di paura, ieri pomeriggio, per una bambina di 22 mesi, Carlotta, in preda a una crisi respiratoria dovuta a un attacco asmatico molto violento. La bimba, che era stata accompagnata all’ospedale San Paolo dalla madre, si e’ ripresa soltanto dopo un’ora di terapie intensive alle quali l’hanno sottoposta i sanitari di PEDIATRIA. Poi nel primo pomeriggio, il trasferimento al Gaslini di Genova, con l’elicottero dei vigili del fuoco di Genova. Un trasferimento precauzionale disposto dal primario di PEDIATRIA, Amnon COHEN che spiega: «Dopo un’ora di cure, la bambina si e’ completamente ripresa, tanto e’ vero che quando ha lasciato il San Paolo, non solo stava meglio, ma addirittura scherzava con la mamma. Abbiamo deciso di trasferirla, soltanto perche’ non abbiamo un reparto di rianimazione pediatrica» . Che invece c’e’ al Gaslini. Osserva ancora il dottor COHEN: «In casi come quello di Carlotta, il timore e’ che possa sopraggiungere una nuova crisi ed e’ importante poter avere a disposizione un reparto di rianimazione dove ricoverare il paziente in caso di un peggioramento delle condizioni».
Post recenti